Analisi per il papillomavirus umano nelle donne e negli uomini: come prendere, decodificare

papillomavirus umano come definire

L'infezione da papillomavirus umano è una delle malattie sessualmente trasmissibili associate al papillomavirus umano (HPV).

L'HPV è considerato un fattore predisponente per il cancro del collo dell'utero, nonché un provocatore di altri tipi di cancro: pene, orofaringe, retto. L'incidenza globale annuale di circa 1, 5 milioni.

La prevalenza complessiva del papillomavirus umano nella popolazione generale è del 10% tra le donne e del 20% tra gli uomini.

Nota

L'infezione da HPV è più comune nelle giovani donne e uomini sessualmente attivi di età compresa tra 16 e 25 anni.

Circa il 50% degli uomini gay che praticano il sesso anale è a rischio di sviluppare un carcinoma a cellule squamose, che è stato preceduto da verruche anorettali.

Per uomini e donne eterosessuali, questo rischio è del 20%.

Il predittore più significativo dell'infezione da HPV negli uomini o nelle donne è il numero di partner sessuali.

Circa 189 genotipi di HPV sono classificati in base alla loro nicchia biologica e potenziale oncogeno. Di questi, circa 40 possono interessare il tratto urogenitale.

Categoria di rischio Tipi di HPV
Alto rischio 16, 18, 31, 33, 35, 39, 45, 51, 52, 56, 58, 59, 68, 73, 82
A basso rischio 6, 11, 40, 42, 43, 44, 54, 61, 70, 72, 81, 83, 89
Rischio incerto 26, 53, 66

Le donne con cancro cervicale invasivo hanno maggiori probabilità di essere diagnosticate con tipi di HPV

16, 18, 33, 45, 31 e 58, ma l'esito clinico può differire.

Recentemente, la vaccinazione contro l'infezione da HPV sta guadagnando popolarità, ma, secondo gli esperti, la vaccinazione non esenta dalle visite regolari dal medico. Ci sono prove che l'effetto si indebolisce dopo 15-20 anni, inoltre, vale la pena considerare il ruolo di altri genotipi inesplorati del virus, sui quali non vi è alcun effetto del vaccino.

Metodi per diagnosticare l'infezione da HPV

Si noti che la diagnosi può essere sospettata mediante esame visivo, durante il quale vengono determinate la localizzazione delle lesioni e le manifestazioni cliniche dell'infezione da papillomavirus umano.

Esistono molti modi per diagnosticare l'HPV:

  • metodo citologico (PAP test);
  • citologia liquida;
  • colposcopia estesa;
  • uretrocistoscopia;
  • PCR (reazione a catena della polimerasi, conferma la presenza del DNA del papillomavirus umano);
  • determinazione della carica virale (test HPV-Digene), PCR in tempo reale - metodi per rilevare il numero di copie di virus oncogeni a DNA;
  • ricerca morfologica;
  • marcatori tumorali con la determinazione delle oncoproteine p16, ki67, mcm2, mcm7, ecc.

Diagnostica PCR dell'HPV

La diagnostica PCR può essere qualitativa e quantitativa (PCR in tempo reale, test HPV-Digene).

Importante

Attualmente, lo screening del cancro della cervice uterina e la diagnosi precoce dell'infezione sono riconosciute come le misure più efficaci per il controllo del cancro della cervice uterina.

Gli screening per le donne precedentemente utilizzati sono la citologia e l'istologia, ma a causa della loro bassa specificità, è necessario ripetere l'esame dopo un breve periodo di tempo. La diagnostica PCR con risultato negativo può ridurre la frequenza degli esami dal ginecologo (1 volta / 5-6 anni).

Va notato che la definizione qualitativa di HPV non è molto informativa, poiché consente solo di confermare l'infezione, quindi, per risolvere il problema della necessità di terapia sia negli uomini che nelle donne con manifestazioni cliniche, è meglio eseguire il test HPV-Digene, che rivelerà la concentrazione del virus.

Quando si esegue la reazione a catena della polimerasi, vengono utilizzati primer specifici per tipo e specie, che quantificano il rischio di malignità (malignità). La determinazione della carica virale è lo scopo principale di questi test.

Se il livello di DNA dell'HPV è superiore a 5000 genomi - la probabilità di sviluppare il cancro è elevata, è indicata la terapia volta a sopprimere l'attività dell'HPV. Meno di 3000 genomi - basso rischio.

La diagnostica PCR può rilevare tutti i tipi di virus oncogeni negli uomini e nelle donne.

Oltre al test per l'HPV, è obbligatorio eseguire la diagnostica per le malattie sessualmente trasmissibili, l'HIV, queste malattie sono considerate cofattori dell'infezione da papillomavirus umano.

Poiché è stata dimostrata la relazione tra HPV e cancro della cervice, del pene e del retto, i metodi molecolari per la rilevazione del DNA dell'HPV nel biomateriale sono giustificati. Utilizza il seguente:

  • perdite vaginali ed essudato della cervice nelle donne;
  • raschiamento uretrale negli uomini;
  • sperma;
  • scarico anale;
  • muco faringeo;

Scienziati italiani hanno condotto uno studio che ha dimostrato che la diagnostica PCR (88-100%) è più efficace della citologia (34-86%) per la prevenzione del cancro cervicale invasivo.

La specificità del test HPV (82-97%) è considerata superiore alla specificità della citologia (78-99%).

Nella maggior parte delle persone, l'infezione da papillomavirus umano si risolve da sola senza l'uso di farmaci. Ma nelle donne di età superiore ai 30 anni, l'HPV viene raramente eliminato spontaneamente, quindi, nell'ambito della vigilanza sul cancro, si raccomanda un esame regolare, che nella Federazione Russa, secondo gli ordini attuali, viene eseguito una volta all'anno.

In alcuni paesi stranieri, se il risultato dell'analisi PCR per papillomavirus e citologia durante l'esame di una donna è negativo, l'intervallo per il superamento dell'esame è di 1 volta in 3 anni, in caso di citologia negativa, ma risultati positivi della reazione a catena della polimerasi per l'HPV di tipi altamente oncogeni, viene effettuato un esame annuale con colposcopia.

Gli uomini vengono esaminati annualmente da un urologo, con formazioni sospette di infezione da papillomavirus, è giustificata una consultazione con un dermatovenerologo.

Importante

Secondo le indicazioni, soprattutto se si sospetta una degenerazione in un tumore maligno, è possibile eseguire una biopsia.

Colposcopia nelle donne

La colposcopia è il metodo diagnostico più accessibile per le donne, i cui risultati consentono di trarre conclusioni sulla necessità di continuare gli esami.

Importante

Gli studi hanno dimostrato che il 99-100% dei tumori della cervice uterina è associato a tipi altamente oncogeni di papillomavirus umano.

Durante una colposcopia estesa, la cervice viene trattata con una soluzione o acido acetico, quando interagisce con la quale appare quanto segue:

  • sbiancamento dell'epitelio;
  • mosaico;
  • individuare;
  • zona di trasformazione atipica.

Dopo la colorazione con una soluzione, l'area modificata sullo sfondo dell'HPV assume la forma di "semola".

In uno studio citologico, i principali segni di infezione sono la presenza di cellule con coilocitosi e discheratosi, che è una prova a favore della CIN.

Diagnosi citologica di HPV

Il materiale viene preso con un pennello speciale. Nelle donne - raschiando da un'area sospetta della cervice, negli uomini - dall'uretra, determinare il tipo, il numero e il cambiamento delle cellule della mucosa.

Pap test, Pap test e citologia liquida

Pap test - uno studio non invasivo utilizzato nella pratica ginecologica, consente di diagnosticare il cancro della cervice e dell'endometrio nelle prime fasi, prima dello sviluppo delle manifestazioni cliniche. L'obiettivo è quello di rilevare le cellule atipiche sospette di un processo tumorale. Nel Pap test standard, il materiale ottenuto con il cytobrush viene colorato ed esaminato al microscopio.

Uno studio di screening per rilevare il cancro è stato sviluppato nel 1940 da G. Papanikolaou, verifica le cellule esfoliate che sono sospette di cancro o precancro.

L'analisi della citologia liquida è un tipo di Pap test, un metodo più moderno ed efficace per la diagnosi dell'HPV. Quando si conduce uno studio, il biomateriale non viene posto su un vetrino, ma in uno speciale conservante liquido.

Biopsia

Una biopsia mirata della cervice e un curettage della mucosa del canale cervicale con successivo esame istologico vengono eseguiti quando:

  • rilevamento di cellule atipiche sulla base dei risultati della citologia,
  • con tipi di HPV altamente oncogeni con alterazioni identificate dalla colposcopia,
  • con evidenti segni di patologia senza tener conto dei risultati dei test HPV.

Negli uomini è possibile eseguire una biopsia in caso di neoplasie sospettate di HPV. Se le verruche si trovano in profondità nell'uretra, il materiale bioptico viene prelevato durante l'uretroscopia.

Esame istologico

L'istologia per l'HPV è un metodo diagnostico in cui il tessuto del papilloma trattato in modo speciale viene esaminato al microscopio. Lo studio è informativo al 100% per confermare la malignità.

Manifestazioni istologiche:

  • verruche piane esofitiche con discheratosi e acantosi,
  • cambiamenti nel citoplasma dell'epitelio squamoso,
  • IN,
  • cancro cervicale,
  • cancro del pene
  • cancro anorettale.

Sono state proposte diverse opzioni per controllare l'infezione da papillomavirus umano. Nel primo caso viene utilizzato uno studio citologico, nel secondo, utilizzando la diagnostica PCR, si determina se l'HPV è transitorio. Per questo, un'analisi PCR viene prescritta nuovamente dopo 6 mesi.

Chi ha bisogno di essere testato per l'HPV

I test qualitativi sono più spesso utilizzati per esami di massa a scopo preventivo, quelli quantitativi sono prescritti quando un quadro clinico appare sospetto di infezione da HPV.

Inoltre, le indicazioni per il test per l'HPV sono le seguenti:

  • rapporti sessuali "casuali" non protetti;
  • monitorare l'efficacia della terapia;
  • rilevamento di malattie sessualmente trasmissibili;
  • storia ginecologica gravata;
  • infezione da HIV;
  • gravidanza programmata;
  • avere più di un partner sessuale.

Si consiglia alle donne in età riproduttiva di sottoporsi al test per l'HPV una volta ogni 3-5 anni.

Che tipo di diagnostica è richiesta - il medico te lo dirà.

L'esame degli uomini per l'HPV è giustificato solo in caso di manifestazioni cliniche, a volte la diagnostica viene eseguita con una storia ostetrica e ginecologica gravata del partner.